Stampa
PDF

Avad - Associazione Volontari Assistenza Domiciliare

AvadL’AVAD, Associazione Volontari Assistenza Domiciliare, nasce nel 1996 e si rivolge a malati oncologici, con disabilità grave o affette da patologie degenerative di qualsiasi età che risiedono presso il proprio domicilio. L'intervento dell'associazione non è di tipo infermieristico, ma è rivolto all'aiuto umano nei confronti del malato e della sua famiglia donando loro sollievo nelle ore di presenza e un utile sostegno, spirituale e pratico cercando di ridurre l’isolamento.
L’AVAD inoltre, si occupa dello studio, della promozione, dell’ organizzazione e dell’ attuazione delle forme di assistenza domiciliare diretta ad alleviare il dolore, a migliorare la situazione ambientale, adattandola eventualmente alla nuova condizione di vita, delle persone bisognose.
L’AVAD sostiene che un malato inguaribile non è incurabile, nel senso che il tempo a loro dedicato è prezioso per preservarne la dignità e migliorare, con le loro azioni di assistenza e sostegno, la sua qualità di vita
L’AVAD si propone tra i suoi obiettivi quello di accompagnare il malato cronico e i suoi cari nella nuova condizione di vita, evitando l’isolamento che si andrebbero a sommare al già presente e inevitabile dolore.
L’AVAD è iscritta all’Albo regionale del volontariato, negli anni  ha tessuto una fitta rete di collaborazione con le altre realtà presenti nel  territorio aretino che si occupano di assistenza, promozione della cultura del volontariato e solidarietà sociale e  collabora attivamente con la ASL8 , in particolare con il reparto di oncologia e il progetto SCUDO.
I volontari A.V.A.D hanno partecipato nel 2012  al corso di formazione di 30 ore finanziato dal CESVOT, si incontrano una volta al mese per aggiornamento e discussione del servizio. Organizza incontri e seminari di approfondimento su tematiche inerenti.
Attualmente l’AVAD ha 25 volontari che prestano assistenza a 24 malati nelle loro case con un impegno di 2 ore settimanali e fino ad un massimo di 6 ore settimanali, organizzando una turnazione dopo una valutazione dei bisogni. In alcuni casi l’intervento è limitato a poche settimane, in altri casi può durare anche diversi mesi. 

Contatti
Referenti: Lilia Losi 3283562110 ( Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo. ) e Andreina Severi: 388.0605803
Email: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.
Tel. 0575.21.700
Sede: c/o ACLI Via Guido Monaco,48 - 52100  Arezzo

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information