Stampa
PDF

Delegazione della Caritas diocesana ad Amman per "Migramed"

migramedDal 14 al 17 novembre prossimo, la Caritas diocesana e l’associazione Sichem-crocevia dei popoli onlus, con gli operatori Andrea Dalla Verde(vicedirettore Caritas) e Luca Piervenanzi (membro del coordinamento nazionale Immigrazione di Caritas italiana), saranno presenti ad Amman, in Giordania, per partecipare all’incontro internazionale delle Caritas del Mediterraneo, Migramed Meeting 2017.

Un appuntamento annuale importante, nato nel 2011, in cui le Caritas europee e quelle del bacino del Mediterraneo, attive nei processi di supporto, accoglienza e tutela in favore dei migranti, si incontrano per fare una riflessione collettiva sul tema della migrazione, ma anche per scambiarsi informazioni, buone pratiche, consolidare collaborazioni già in atto tra vari Paesi e attivarne delle nuove.

E, soprattutto, Migramed è il luogo ove le Caritas del Medio Oriente e quelle che si affacciano sul Mediterraneo stabiliscono le linee congiunte d’azione per elaborare proposte politiche, rispettose dei diritti umani, da porre all’attenzione degli organi politici e legislativi nazionali ed europei.

La scelta della Giordania, come sede dell’incontro annuale, non è stata casuale: ritrovarsi in un paese mediorientale, come la Giordania,  che sta garantendo da anni l’accoglienza di milioni di profughi dalla Siria e dalla Palestina, offre – difatti - alle Caritas interessate l’opportunità di confrontarsi sul lavoro che le Chiese nazionali stanno svolgendo in Europa e nella regione del Medio Oriente-Nord Africa.

Una scelta, quella della Giordania – è bene ricordarlo -, che è anche frutto dell’esperienza che Caritas Italiana sta facendo nell’ambito di un progetto di reinsediamento di famiglie siriane dal campo profughi di Zaatari nel nord del paese.

“Questo incontro – spiega Andrea Dalla Verde, vicedirettore della Caritas diocesana – è importante anche per un’ulteriore riflessione sui flussi migratori e per analizzare le cause e le ingiustizie che portano milioni di persone a migrare. Nel 2017 sono stati calcolati nel mondo oltre 65 milioni di sfollati e oltre 22 milioni di rifugiati. I Paesi del Mediterraneo, e quindi l’Italia, sono ovviamente coinvolti da questi fenomeni mondiali. Alla fine di ottobre 2017 gli sbarchi in Italia sono stati oltre 110.000”.

“La nostra presenza ad Amman – prosegue Dalla Verde – è un ulteriore segno di attenzione della nostra Chiesa diocesana e di condivisione che vuole qualificare il lavoro quotidiano di accoglienza che svolgiamo sul territorio aretino, che è sempre una goccia rispetto ai drammi dell’umanità”.

Migramed 2017 è una delle attività di Caritas Italiana a sostegno della campagna mondiale Share The Journey – Condividiamo il viaggio di Caritas International, nata con l'obiettivo di promuovere la cultura dell'incontro  quale segno di una Chiesa aperta, inclusiva ed accogliente. 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information