Stampa
PDF

Perdono di Assisi: Messa del vescovo Riccardo a Cortona

Il 2 agosto il mondo cattolico vive una grande festa per la celebrazione del Perdono d’Assisi, la grande Indulgenza Plenaria della Porziuncola (la piccola chiesa situata all’interno della Basilica di santa Maria degli Angeli, ad Assisi) concessa da papa Onorio III a san Francesco il 2 agosto 1216, per tutti i fedeli. Una festa particolarmente amata e vissuta anche dalla Diocesi di Arezzo-Cortona-Sansepolcro, sia per la grande presenza francescana nel proprio territorio (primo fra tutti il Santuario de La Verna, oltre a varie comunità maschili e femminili rappresentanti la Famiglia francescana) che per la testimonianza diretta di fra’ Benedetto d’Arezzo e fra’ Rainiero di Mariano d’Arezzo, frati aretini del convento della Basilica di san Francesco, che costituì un importante elemento per la determinazione del c.d. Diploma di Teobaldo, il principale documento storico relativo alla concessione di tale indulgenza, redatto dal frate minore e vescovo di Assisi Teobaldo (da cui il nome) ed emanato dalla curia vescovile assisiate il 10 agosto 1310. Come ogni anno, la Chiesa diocesana vuol dare un particolare risalto al c.d. Perdono di Assisi invitando la comunità dei fedeli ad incontrarsi all’eremo delle Celle di Cortona, fondato da san Francesco nel 1211, per partecipare agli incontri liturgici in programma: ore 8.00 – S. Messa presieduta da mons. Italo Castellani, arcivescovo emerito di Lucca; anima la liturgia la corale di Castiglion del Lago, diretta dal M° Loretta Torelli; ore 9.30 – S. Messa presieduta da padre Luigi Ruggiero, guardiano; anima la liturgia la comunità Magnificat di Cortona; ore 11.30 – S. Messa presieduta da padre Valerio Mauro, Ministro provinciale, animata dai ragazzi del campo scout della Zona pastorale del Cortonese; ore 18.00 – S. Messa presieduta dall’arcivescovo Riccardo Fontana; anima la liturgia la corale di Santa Cecilia della Fratta diretta dal M° Alfiero Alunno. Anche nella Basilica di san Francesco, ad Arezzo, vi sarà una S. Messa alle ore 10 e sarà possibile confessarsi durante l’intera giornata. “La nostra Diocesi ricorda con particolare devozione il Perdono d’Assisi – sottolinea l’arcivescovo Riccardo Fontana – sia per il grande legame con i Padri del Sacro Monte de La Verna sia perché proprio due frati di Arezzo, fra’ Benedetto e fra’ Rainiero di Mariano d’Arezzo, resero testimonianza diretta di quanto avvenuto tra san Francesco e papa Onorio III, attestando di aver udito da fra’ Masseo, che aveva accompagnato a Perugia san Francesco, la narrazione della concessione dell’Indulgenza”. “L’aspetto religioso più importante del Perdono d’Assisi – continua monsignor Fontana – sta nella grande utilità spirituale per i fedeli stimolati, per goderne i benefici, al sacramento della confessione e della comunione eucaristica. Quindi – ancora mons. Fontana – l’evento del Perdono della Porziuncola deve intendersi come una manifestazione della misericordia infinita di Dio e un segno della passione apostolica di Francesco d’Assisi: un prezioso viatico spirituale per vivere con sempre maggiore intensità e partecipazione la comunione con la Chiesa locale e una continua conversione della nostra vita”.

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information