Stampa
PDF

Millenario di Sansepolcro presentato il programma

presentazione-del-Millenario-di-SansepolcroSi é costituito in questi giorni il Comitato Cittadino per il Millenario che si è unito a quello della Diocesi e della Parrocchia del Duomo di Sansepolcro nell'organizzazione delle celebrazioni per i mille anni dalla fondazione della Città e della Cattedrale. E’ stato inoltre approvato il programma degli appuntamenti al quale è possibile contribuire con ulteriori proposte da presentare al Comune non più tardi del 31 Gennaio 2012.

Gli eventi si svolgeranno nei centri di aggregazione e di culto della città e prenderanno il via già dal prossimo 23 Dicembre con l’inaugurazione del Grande Presepio del Millenario nella Chiesa di Santa Marta. Le iniziative coinvolgeranno l'amministrazione comunale, le scuole, le associazioni culturali e professionali, le parrocchie e la Diocesi. “Alla base degli sforzi che si stanno facendo per l’organizzazione degli eventi che si svolgeranno per tutto il  2012 fino alla primavera del 2013 – spiega il sindaco di Sansepolcro Daniela Frullani -  c'è il desiderio di rilanciare un ritrovato senso di appartenenza alla nostra cultura e alle nostre tradizioni, che diventino il presupposto fondamentale affinché la nostra città torni a crescere, anche da un punto di vista economico. Questi tempi così difficili ci mettono di fronte ad un bivio: o marciare ognuno per la propria strada cercando in qualche modo di sopravvivere, oppure ritrovare insieme un senso comune d'identità che ci faccia essere uniti di fronte alle principali sfide, ad iniziare da quelle economiche e sociali. Sansepolcro ha le sue radici nello straordinario progetto teologico testimoniato dal nome stesso della città fondata da Egidio e Arcano nel 1012 e che ha nella Resurrezione di Piero della Francesca la sua matrice iconografica.  Questo è il nostro punto di partenza e da questo sta scaturendo il lavoro dei gruppi che si occupano dell’organizzazione degli eventi e dei festeggiamenti del Millenario”.

La costituzione del Comitato per il Millenario e dei gruppi di lavoro troverà ufficializzazione anche in una prossima deliberazione dell’amministrazione comunale. A questo si affiancherà anche il Comitato d’Onore per gli eventi di risonanza nazionale e internazionale che si svolgeranno nel corso del 2012. Sarà infatti istituito il premio "Città di Sansepolcro" che, nelle sue tre sezioni, verrà conferito ad altrettante personalità del mondo della cultura, della politica e dell'economia, ritenute esemplari per il loro impegno a favorire la promozione della cultura, il perseguimento delle virtù civiche e lo sviluppo economico del territorio.

L’Arcivescovo di Sansepolcro, Sua Eccellenza Monsignor Riccardo Fontana già nell’omelia del primo di settembre affermava: “Mille anni fa, Arcano ed Egidio[1] alla ricerca della verità e del senso della vita, si misero in cammino verso la Palestina. Tornando in patria portarono con sé non solo le pietre raccolte sul monte Sion, ma l’idea fortissima che avevano elaborato in Terra Santa: costruire nell’Alta Valle del Tevere la civitas hominis a immagine di Gerusalemme, la città che nel suo stesso nome evoca la giustizia e la pace. Quel sogno degli umili e grandi pellegrini medioevali, di generazione in generazione, è giunto fino a noi: è la nostra comune eredità, è parte irrinunciabile della identità del popolo biturgense.

Sansepolcro è l’unica città della Toscana che nasce su un progetto teologico. Il modello è alto: attraverso la pratica della giustizia promuovere la pace. Giova tornare a percepire che la sfida ideologica dei padri diventò realtà, con la perseveranza di un cammino capace di durare attraverso le generazioni”.

Le celebrazioni rappresentano quindi la testimonianza dell’energia civile e spirituale di una comunità che del suo Millenario vuole fare il proprio Rinascimento, fondandolo sulla promozione del bene comune e dell’accoglienza così come nel tempo ha saputo distinguersi per senso della giustizia e promozione della pace.

Ad affiancare e coordinare il lavoro dei gruppi il dottor Paolo Palamiti, biturgense, economista della Bocconi, consigliere al Parlamento Europeo e coordinatore scientifico di NIBI (Nuovo Istituto di Business Internazionale) “Giro il mondo da tanti anni e la mia Sansepolcro l'ho sempre portata con me – aggiunge il coordinatore del Comitato Cittadino per il Millenario Palamiti - Poter contribuire a farne risplendere l'immagine, né più né meno di come Sansepolcro si merita, ma soprattutto farla tornare ad essere la città di tutti i borghesi, che sono sicuro tengano a lei non meno di quanto ci tenga io, sarà per me un grande onore. A me spetterà il ruolo dell'allenatore, ma sarà la squadra a vincere o a perdere la sua partita con il futuro, andando alla ricerca delle radici del suo passato. E la mia squadra sarà la più bella del mondo, fatta di sedicimila giocatori, tutti titolari: i cittadini di Sansepolcro”.



[1] Cfr. M. Sensi, Arcano e Gilio, santi pellegrini fondatori di Sansepolcro, in Vie di pellegrinaggio medievale attraverso l’Alta Valle del Tevere, a cura di E. Mattesini, Città di Castello 1998, pp. 46-47. Documento originale in Sansepolcro, Archivio Storico Comunale, serie XVIII, filza 1

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information