Stampa
PDF

Ordo Virginum

Una presentazione breve e schematica ma sufficientemente chiara della particolare forma di consacrazione femminile indicata come “ordo virginum” la troviamo nel rito liturgico promulgato dalla Congregazione per il culto e la liturgia il 31/5/1970. L’Ordo Virginum si qualifica essenzialmente per due caratteristiche: la “sponsalità con Cristo”, che è il proprium specifico, e la “diocesanità” che è il riferimento ecclesiale più appropriato. Le vergini infatti non sono religiose, né membri di un Istituto Secolare: non fanno riferimento a un fondatore o a una fondatrice, non assumono una regola monastica o uno statuto di vita religiosa; non hanno superiori o superiore… Sono laiche consacrate, che possono vivere in piccole comunità o in famiglia o da sole. Fanno “riferimento diretto al Vescovo della Diocesi” che concorda e verifica con ciascuna di loro le modalità dello stile di vita e di eventuali servizi pastorali. Attualmente in Diocesi sono presenti due appartenenti all’Ordo Virginum. Gemma Cenci che vive a Cortona e svolge servizio di catechesi nella figura di Baloo con i piccoli del gruppo scout, animazione liturgica nella parrocchia di Pietraia e nel Terzo Ordine Francescano di Santa Margherita di Cortona; visita le persone anziane e malate. Simona Lastrucci, invece, giunta alla consacrazione il 12 gennaio 2012, sta completando gli studi presso l’Istituto Superiore di Scienze Religiose di Arezzo e presta il suo servizio presso il Centro Pastorale per il clero e vita consacrata.

mod_Madonna-del-Conforto
mod_Lettera-pastorale-video
mod_Caritas_diocesna
mod_catechesi-2
mod_fotografi

Area Riservata

I cookie ci aiutano ad erogare servizi di qualità. Utilizzando i nostri servizi, l'utente accetta le nostre modalità d'uso dei cookie. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information